Jetcost

blog di viaggi Jetcost

IL BLOG DI JETCOST
Home > Consigli > Caraibi: quando andare?

Consigli

Caraibi: quando andare?

Caraibi: quando andare?
aprile 12
13:43 2018

Basta pronunciare la parola Caraibi e sembra già di sentire il sole che scalda la pelle, profumo di latte di cocco nell’aria e musica latina in sottofondo. I Caraibi sono da sempre una delle mete più ambite quando si pensa a una vacanza all’insegna del relax e delle spiagge infinite orlate da palme, ma prima di sceglierle come meta del prossimo viaggio è opportuno informarsi sui periodi migliori per visitarli.

Caraibi: quando andare?

Il clima ai Caraibi è di tipo tropicale e le temperature sono alte tutto l’anno, con una media di 29 gradi di massima. Durante il periodo umido le piogge sono abbondanti e il mare caldo con temperature che permettono un bagno in ogni periodo dell’anno.

Indicativamente possiamo dividere le stagioni ai Caraibi in due grandi gruppi: la stagione secca, all’incirca da metà novembre a metà maggio, con poche precipitazioni e temperature intorno ai 28 – 29° C, con clima più fresco e ventoso rispetto al resto dell’anno, e la stagione umida, che va da metà maggio a metà novembre, molto calda e afosa con temperature intorno ai 30 gradi.

Ai Caraibi è considerata alta stagione il periodo tra Natale e Capodanno, con un clima perfetto ma con i prezzi più alti dei voli e delle strutture ricettive. Il miglior periodo per un viaggio ai Caraibi è considerato da dicembre a metà aprile. Nella stagione umida, invece, il turismo è meno intenso perché è il periodo in cui possono verificarsi cicloni e uragani, con piogge abbondanti e frequenti anche se in genere sono piuttosto brevi e l’aria costantemente afosa e umida.

In realtà non si può fare di tutta l’erba un fascio: i Caraibi includono un’area molto estesa che comprende diversi paesi e climi con caratteristiche diverse. Vediamoli nel dettaglio.

martinica

Caraibi: che paesi comprendono? Come cambia il clima da uno all’altro?

Col termine Caraibi s’intende la regione delle Americhe che include tutti i Paesi bagnati dal Mar dei Caraibi, tra il Golfo del Messico e l’Oceano Atlantico. Si tratta soprattutto di isole: Piccole e Grandi Antille, Bahamas e le isole più grandi di Cuba, Repubblica Dominicana, Haiti, Bahamas, Porto Rico, Giamaica. Poi ci sono Antigua e Barbuda, le isole Vergini, Anguilla, Martinica, Turks e Caikos, Cayman, Aruba. I paesi continentali che si affacciano sul Mar dei Caraibi sono Colombia, Costa Rica, Messico, Belize, Panama, Honduras, Venezuela, Guatemala, Nicaragua, Stati Uniti.

Antigua e Barbuda

Il clima ad Antigua e Barbuda è tropicale con temperature alte tutto l’anno, ma mitigate dai venti alisei che rendono sopportabili anche i mesi estivi. La stagione delle piogge va da maggio a novembre ma con un tasso di piovosità più ridotto rispetto alle altre località dei Caraibi, motivo per cui può essere scelta anche per un viaggio estivo. Tra febbraio e aprile è il periodo perfetto.

Aruba

Trattandosi di una delle isole più meridionali dei Caraibi vicina alle coste del Venezuela, Aruba è un’ottima meta anche in estate e praticamente tutto l’anno. Le piogge sono tendenzialmente scarse. L’isola è particolarmente gettonata tra febbraio e maggio, mentre da maggio a ottobre bisogna mettere in conto l’afa mitigata dai venti alisei.

Bahamas

Il periodo migliore per visitare le Bahamas va dalla fine di novembre alla metà di aprile. Tra dicembre e marzo le temperature non garantiscono vita da spiaggia, cosa possibile nei mesi di aprile e maggio, quando però possono avere inizio le prime piogge. In estate, invece, l’acqua è caldissima e perfetta per lunghi bagni.

Cuba

Premesso che ogni periodo dell’anno è buono per un viaggio a Cuba, quello migliore va da novembre fino ad aprile, cioè nella stagione secca, con temperature intorno ai 25 gradi e senza piogge. Meglio evitare la stagione delle piogge che va da maggio a ottobre, mentre l’alta stagione va da dicembre a marzo.

cuba

Messico

La porzione di Messico (costa e isole) che si affaccia sul Mar dei Caraibi ha il picco di alta stagione in primavera, da marzo a inizio maggio, mentre l’inverno è spesso caratterizzato da cielo nuvoloso e precipitazioni con aria più fresca. Da giugno a settembre gli acquazzoni pomeridiani sono frequenti, mentre c’è la possibilità che si verifichino dei cicloni tra settembre e ottobre. Chi va in Messico per fare dei bei bagni in mare sarà felice di sapere che la temperatura dell’acqua è piacevole tutto l’anno.

Repubblica Dominicana

La Repubblica Dominicana, cui spesso ci si riferisce come Santo Domingo, fa parte insieme ad Haiti dell’Isola Hispaniola, occupandone il suo territorio centro orientale. Il clima della Repubblica Dominicana è di tipo tropicale, con temperature alte tutto l’anno, acqua del mare sempre calda e due stagioni ben distinte. La stagione più secca va da dicembre ad aprile, quella umida da maggio a novembre, con piogge frequenti e un alto tasso di umidità. Nella parte settentrionale del Paese le piogge cadono frequenti tutto l’anno, mentre per una vacanza lungo la costa meridionale della Repubblica Dominicana il periodo migliore è quello incluso tra dicembre e metà aprile. Non so voi, ma a me è venuta voglia di prendere un volo!

Photo Credits

Immagine di copertina: Massimiliano Giani; foto di Martinica: Antonio Fucito; foto aerea del Mar dei Caraibi: lezumbalaberenjena

Tag

Autore

Serena Puosi

Serena Puosi

Mi chiamo Serena, sono copywriter, blogger e social media specialist. Vivo in Toscana e le mie passioni più grandi sono i viaggi, la scrittura e la fotografia. Su Mercoledì tutta la settimana condivido i miei consigli e le mie emozioni sul mondo.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam