Jetcost

blog di viaggi Jetcost

IL BLOG DI JETCOST
Home > Idee di viaggio > Perù: quando andare?

Idee di viaggio

Perù: quando andare?

Perù: quando andare?
marzo 27
14:24 2018

Il fascino della città perduta di Machu Picchu, i colori delle vesti tipiche dei discendenti degli Inca, le acque navigabili del lago Titicaca, il mistero delle linee di Nazca e l’antica e splendida capitale Cuzco sono solo alcuni dei motivi per intraprendere un viaggio in Perù. Sì, ma quando andare? In questo post trovate tutti i suggerimenti per organizzare un viaggio indimenticabile nella terra degli Inca. Via, si parte all’avventura!

Perù: quando andare?

Il periodo migliore per visitare il Perù è tra giugno e ottobre, durante l’inverno australe, specialmente se la meta del viaggio è la zona più a sud del paese dove si concentrano le maggiori attrazioni. Diverso è il discorso se si vogliono esplorare le zone amazzoniche, poiché a nord il clima è molto diverso rispetto alla costa, cioè un clima caldo-umido, meno piovoso nei mesi di giugno, luglio e agosto. Tra gennaio e aprile il clima si fa più piovoso ed è sconsigliato soprattutto se si vogliono fare escursioni a piedi, il rischio fango è molto elevato.

Un altro fattore da tenere a mente quando si deve decidere quando andare in Perù è la nebbia. Se si esclude il periodo più soleggiato durante il quale i peruviani vanno in spiaggia, cioè nel periodo che va da fine dicembre a marzo, per il resto dell’anno la costa è avvolta da una nebbia perenne chiamata “garúa”. La garúa porta temperature miti e un’alta umidità nel deserto costiero tropicale, una regione quasi senza pioggia e che quindi consente l’esistenza di oasi di vegetazione. Questa nebbia crea una cappa densa sopra le città costiere e non si vede un raggio di sole per lunghi periodi.

La temperatura media in Perù va dai 18 gradi del mese più freddo, agosto, ai 24 del più caldo, cioè febbraio, al nord, da 17 ai 23 del centro e dai 15 ai 22 del sud al confine con il Cile. Queste tre aree corrispondono a grandi linee ai tre climi presenti in Perù. Questo significa che anche se viaggiate durante la nostra estate, dovete portare dei vestiti caldi, magari una maglia di pile e una giacca a vento.

peruviano

Come arrivare e come spostarsi in Perù

Non ci sono voli diretti dall’Italia al Perù, ma si arriva facendo scalo in uno degli aeroporti collegati direttamente con Lima, dove si trova l’aeroporto internazionale Jorge Chávez. I voli diretti sono con altre capitali europee (come Madrid), l’America del Nord, quella Centrale e il resto dell’America Latina.

Dopo aver deciso quando andare in Perù, c’è da stabilire quale giro fare, tenendo in considerazione le grandi distanze del paese. Se si sceglie di spostarsi in aereo sulle lunghe distanze, assicuratevi di volare con una compagnia affidabile, poiché ogni anno ne chiudono alcune per motivi di scarsa sicurezza.

Un mezzo di trasporto molto comodo e capillare per spostarsi nel paese sono gli autobus, molto organizzati anche per le lunghe distanze. Sono economici, frequenti e confortevoli e per questo molto gettonati: se viaggiate in alta stagione assicuratevi di prenotare prima le tratte da percorrere. Un altro consiglio spassionato: portatevi sempre una sciarpa da usare a mo’ di copertina o una felpa bella pesante perché si fa un uso smodato dell’aria condizionata.

Per quanto riguarda il treno, è molto consigliata la tratta panoramica che collega giornalmente Cuzco e Aguas Calientes, ossia la cittadina alla base di Machu Picchu. Questo treno, infatti, ha il tetto a vetrata e passa in mezzo a paesaggi unici e indimenticabili.

titicaca

Per quanto riguarda la navigazione sul lago Titicaca, piccole imbarcazioni a motore collegano la città di Puno a varie piccole isole sul lago, come la Isla de Taquile e le isole Uros. In genere basta recarsi al porto la mattina e acquistare un biglietto per navigare sul lago con visite guidate, che spesso includono soste nelle isole, pranzo in loco e contatti con le popolazioni locali.

Un’ultima cosa sui trasporti riguarda il sorvolo sulle linee di Nazca con voli con Cessna: a oggi il sorvolo è ancora sconsigliato dalla Farnesina, rientrando nella lista di attività che lo Stato italiano considera pericolose per un turista. Rimane però il fatto che è un’esperienza unica e davvero interessante, quindi valutate cosa è meglio per voi.

Photo Credits: immagine di copertina di Shawn Harquail, foto 1 di Mark Rowland, foto 2 di Javier Carreño.

Tag
LIM

Autore

Serena Puosi

Serena Puosi

Mi chiamo Serena, sono copywriter, blogger e social media specialist. Vivo in Toscana e le mie passioni più grandi sono i viaggi, la scrittura e la fotografia. Su Mercoledì tutta la settimana condivido i miei consigli e le mie emozioni sul mondo.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam