Jetcost

blog di viaggi Jetcost

IL BLOG DI JETCOST
Home > Destinazioni > Spagna > Andalusia: aeroporti e tutte le informazioni per organizzare un viaggio

Spagna

Andalusia: aeroporti e tutte le informazioni per organizzare un viaggio

Andalusia: aeroporti e tutte le informazioni per organizzare un viaggio
febbraio 07
10:12 2018

Splendidi palazzi moreschi, 800 chilometri di costa, il flamenco e l’arte, l’ottima cucina regionale e ancora città interessanti e feste molto sentite: qualunque cosa cerchiate in viaggio, l’Andalusia potrà offrirvelo.

L’Andalusia è la comunità autonoma a sud della Spagna suddivisa in otto province, tutte ricche di patrimoni dell’UNESCO e di tradizione, di cultura e diversità data dalla prossimità con l’Africa. Basta menzionare l’Alhambra di Granada o il museo Picasso di Malaga per farsi venire la voglia di partire!

Ecco un post con qualche informazione pratica per visitare l’Andalusia.

Andalusia: aeroporti e come arrivare

La prima cosa da fare quando si decide di organizzare un viaggio in Andalusia è capire come arrivare. Dalla città di Roma sono circa 2400 chilometri, quindi un viaggio in auto richiede molte ore. Il modo più comodo per raggiungere quest’area del sud della Spagna è sicuramente l’aereo. Dall’Italia sono moltissimi i voli per l’Andalusia, che conta ben sei aeroporti: Alicante, Murcia, Almeria, Malaga, Siviglia e l’aeroporto di Granada. La compagnia aerea spagnola Iberia, ad esempio, offre molti collegamenti con gli aeroporti andalusi. Le cittadine e i paesi sono collegati da una rete nazionale e locale di autobus.

Andalusia: quando andare

L’Andalusia può essere adatta per un viaggio tutto l’anno, ma è bene essere coscienti delle condizioni meteorologiche nei vari mesi. Tra novembre e febbraio il tempo è incerto, con possibili piogge e freddo nelle aree a ridosso dei massicci montuosi. I mesi più adatti per visitare l’Andalusia sono aprile, maggio, giugno e settembre e ottobre, con temperature miti, mentre i mesi di luglio e agosto sono molto caldi, con temperature che possono raggiungere i 45° nell’entroterra e, data l’alta stagione, anche i prezzi aumento.

Andalusia: cosa visitare

Essendo una regione molto vasta, l’itinerario varia a seconda dei giorni che si hanno a disposizione. L’Andalusia può essere la meta ideale per lunghe vacanze, ma anche per piccole fughe per staccare dalla routine quotidiana. Qui si seguito trovate le cose da non perdere.

Siviglia

Collegata da molti voli con l’Italia, Siviglia è la città perfetta sia per iniziare un tour dell’Andalusia sia per essere visitata in un weekend. Anche se avete solo un paio di giorni a disposizione, non perdetevi la splendida cattedrale gotica con la Giralda, il minareto simbolo della città. Nelle vicinanze si trova anche il Palazzo Reale, il Real Alcázar e merita una visita anche il quartiere di Santa Cruz. Dopo un giro al Paseo Catalina de Ribera non perdetevi per niente al mondo la maestosa Plaza de España.

siviglia

Cordoba

Cordoba è una città storica dell’Andalusia, conosciuta per la sua architettura moresca, in particolare per l’antica Moschea di Cordoba, trasformata nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Maria Santissima. Si raggiunge percorrendo il suggestivo Ponte Romano sul fiume Guadalquivir, da non perdere così come il quartiere ebraico della Judería, con la caratteristica Calleja de Las Flores. Tra i punti di interesse da non perdere ci sono anche Plaza del Potro e la Plaza de la Corredera.

Granada

Non si può visitare l’Andalusia senza andare a Granada e non si può visitare Granada senza andare all’Alhambra! Un suggerimento: i biglietti per l’Alhambra vanno a ruba, procurateveli con largo anticipo e considerate almeno mezza giornata per la visita. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, l’Alhambra è un’enorme fortezza circondata da mura che si erge sulla cima di un colle che domina la città. Al suo interno si trovano superbi palazzi e meravigliosi giardini. Ma Granada è anche altro: non perdetevi il quartiere Albayzin con le sue stradine e il mirador di San Nicolas, ma anche la sua movida e la sua ottima offerta culinaria.

granada

Malaga

La città natale del grande pittore Pablo Picasso non ospita solo il museo dedicato al suo illustre figlio (la Fundación Picasso), ma è anche il luogo perfetto per un po’ di relax in spiaggia o per un po’ di shopping lungo Calle Larios. Interessante la visita a La Alcazaba, l’antica cittadella militare, così come al Teatro Romano e al Castillo de Gibralfaro. Se siete degli amanti della vita notturna, a Malaga siete nel posto giusto.

Cadice

La leggenda vuole che a Cadice ci fosse il confine estremo del mondo antico, ossia le cosiddette colonne d’Ercole. A Cadice è bello passeggiare per le strade del centro e sentirsi catapultati in un’altra realtà. Plaza de la Catedral è ben identificabile dalla Cupola Gialla: entrate e salite sulla Torre de Poniente per avere un colpo d’occhio unico sulla città e sull’Oceano.

cadice

Siete mai stati in Andalusia? Quale posto ha conquistato il vostro cuore?

[Photo Credits: Siviglia – O.Cartu; Granada –Willian Justen de Vasconcellos; Cadice –Photo by Vidar Nordli-Mathisen; Copertina:Photo by Henrique Ferreira]

Tag
SVQ

Autore

Serena Puosi

Serena Puosi

Mi chiamo Serena, sono copywriter, blogger e social media specialist. Vivo in Toscana e le mie passioni più grandi sono i viaggi, la scrittura e la fotografia. Su Mercoledì tutta la settimana condivido i miei consigli e le mie emozioni sul mondo.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam