Jetcost

blog di viaggi Jetcost

IL BLOG DI JETCOST
Home > Destinazioni > Spagna > Madrid > Segovia: tutto quello che c’è da vedere a pochi chilometri da Madrid

Madrid

Segovia: tutto quello che c’è da vedere a pochi chilometri da Madrid

Segovia: tutto quello che c’è da vedere a pochi chilometri da Madrid
novembre 23
17:43 2017

Città Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO circondata da mura medievali, monumenti che di per sé valgono una visita, panorami incontaminati e collegamenti frequenti con Madrid: se non bastassero queste motivazioni per visitare Segovia, ecco qualche suggerimento che vi farà venire subito voglia di prenotare un viaggio!

Spesso i viaggiatori dedicano alla città una visita in giornata da Madrid, ma, se potete concedervi più tempo, Segovia – capitale della regione Castilla e León – è perfetta anche per soggiorni più lunghi. Le sue origini antichissime affondano le radici al tempo dell’impero romano, poi degli arabi e infine nella “Reconquista” cattolica, rendendola ricca di cose da vedere di gran valore storico.

Si trova da sempre in posizione strategica sulle principali rotte commerciali della Spagna e sulla via del Cammino di Santiago.

Alcázar

Segovia: cosa vedere

Alcazar

L’Alcazar o fortezza reale era la residenza dei re castigliani ed è stata fonte di ispirazione per i castelli delle storie di Walt Disney! Negli anni ha subito numerosi rimaneggiamenti e interventi di restauro, soprattutto dopo il grave incendio del 1862. Oltre a visitare l’interno, si può salire fino in cima alla torre: nonostante i 152 scalini, ne vale la pena per le splendide vedute!

Acquedotto romano

In piazza dell’Azoguejo si staglia la parte più alta dell’imponente acquedotto conosciuto per il suo perfetto stato di conservazione (è considerato uno dei resti romani meglio conservati di tutta la penisola iberica). L’acquedotto è considerato il simbolo di Segovia da circa duemila anni e svolge ancora oggi la sua funzione originaria, portando l’acqua alle fontane della città. Risale al I secolo d.C. e osservandolo bene si nota che è costruito senza malta e le varie pietre che lo compongono sono incastrate alla perfezione, resistendo da secoli!

acquedotto

Cattedrale e Plaza Mayor

La cattedrale dedicata all’Assunzione di Maria Vergine e a san Frutos e nota anche come “la dama delle cattedrali” fu eretta in stile tardo gotico a partire dal 1525 nel punto più alto della città (la torre campanaria può essere vista anche da fuori città). Si tratta di una delle chiese più grandi e imponenti di Spagna e occupa tutto un lato di Plaza Mayor, la piazza centrale di Segovia con i portici sempre affollati.

Chiesa de la Vera Cruz

Ispirata al Santo Sepolcro di Gerusalemme e, secondo la tradizione, legata ai templari, la Chiesa de la Vera Cruz è detta “della vera croce” perché si pensa che vi sia stata custodita una vera reliquia della Croce di Cristo Gesù.

Casa de los picos

Si tratta di un palazzo nobiliare del XV sec. sede di una galleria d’arte. Il nome deriva dalla decorazione della sua facciata a conci di granito a forma di diamante.

E ancora musei, archivi, biblioteche e tante altre attrazioni culturali, ma si può visitare Segovia anche per il Museo Gastronomico in cui trovare prodotti alimentari tipici della zona (tra cui il Torreznos, il tipico dolce salato al cioccolato) e per le numerose botteghe di artigianato.

Segovia

Segovia: come arrivare

Segovia dista solo 90 chilometri da Madrid e ci molti sono collegamenti giornalieri con ogni mezzo tra le due città. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Madrid (87 chilometri), Valladolid (125 chilometri) e Salamanca (164 chilometri)… dai che è tempo di prenotare, dai un’occhiata ai voli per Madrid dall’Italia!

Se volete viaggiare in autobus, ci sono diverse linee la collegano con Madrid, Avila e Salamanca con numerose corse giornaliere, altrimenti potete prendere un treno ad alta velocità (AVE) in partenza ogni giorno da Madrid (30 minuti di viaggio) e Valladolid (40 minuti circa). La stazione di Segovia è servita da una linea di autobus che portano in centro all’incirca ogni quindici minuti. Se la vostra soluzione è l’auto, da Madrid dovete prendere la A6 e proseguire lungo la AP6 e la AP61 per un totale di circa un’ora e un quarto.

Immagine di copertina: mariusz kluzniak

Foto nel post: Edgardo W. Olivera e Victor (qui e qui)

Autore

Serena Puosi

Serena Puosi

Mi chiamo Serena, sono copywriter, blogger e social media specialist. Vivo in Toscana e le mie passioni più grandi sono i viaggi, la scrittura e la fotografia. Su Mercoledì tutta la settimana condivido i miei consigli e le mie emozioni sul mondo.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam